welcome to lebania

Anche se uno vive in un posto da anni, capita di fare qualche ricerca in internet per sapere qualcosa di quel posto. E a volte scopri cose inaspettate. O inizi a girovagare attraverso una lunga serie di link e ti ritrovi in un sito chiedendoti come ci sei arrivata e che cavolo stavi cercando all’inizio! Ecco, io non me lo ricordo quello che cercavo, ma ho trovato questo.

Altro non e’ che un semplice gioco di guerra on-line, come ce ne sono tanti. Confesso che io non me ne intendo, e nemmeno mi interessa, ma mi dicono che questo sia sul genere di Travian, dove costruisci il tuo impero, ti fai il tuo esercito e parti alla conquista del mondo. In Lebania lo scopo del gioco e’ recuperare i cedri d’oro rubati dai Natars. Pero’ non riuscirai mai a vincere (e’ un’impostazione del portale) se non fai delle alleanze con gli altri giocatori.

Ma quello che rende particolare il gioco, e’ che e’ settato per rispecchiare la situazione politico-sociale libanese. Perche’ i libanesi non ne hanno abbastanza dei loro battibecchi continui piu’ o meno gravi, quindi, giustamente, dopo una giornata passata fuori casa a litigare e discutere di politica, se ne vanno a casa a giocare sul pc con lo stesso argomento che li fa dannare!

Ci sono quattro tribu’: Quraish, che rappresenta i musulmani, Trinity, ovviamente cristiani, Tawhid per i drusi e Yerevan, che sono chiaramente gli armeni. Scelta la tribu’, bisogna scegliere a quale gruppo affiliarsi. Gruppo che si sceglie da una lista che rappresenta tutti i partiti libanesi (o quasi tutti, chissa’ perche’, il partito comunista non ne fa parte!).

Ora qualcuno potrebbe pensare che possa essere un gioco provocativo, altri che non sia una buona idea imitare cosi’ precisamente la situazione reale del paese, ma il creatore, di cui, per quanto io abbia cercato tanto tra le varie recensioni, nessuno e’ riuscito a trovarne l’identita’, il creatore, dicevo, sostiene che promuove invece l’unita’ dei giocatori, perche’ alla fine, dopo tutte le battaglie, e’ solo uniti che si potranno recuperare i cedri rubati dai suddetti Natars (anche questo suona familiare, no?). Si, certo. Intanto pero’ devono massacrarsi fra di loro prima di arrivare alla fine…

Io, personalmente, concordo con chi ha detto che alla base di tutto non c’e’ la volonta’ di far capire ai libanesi che si devono unire, ma una studiata, valida, intelligente scelta di marketing!

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in vivere in medio oriente. Contrassegna il permalink.

15 risposte a welcome to lebania

  1. unarosaverde ha detto:

    Chissà lo stesso gioco in Italia che eserciti schiererebbe…

  2. Le Ricette di Tina ha detto:

    Quanto odio questi giochi..prima si che ci divertivamo..a campana,nascondino,etc etc oggi c’è violenza dappertutto.Buona serata cara

  3. dona ha detto:

    Non ne so abbastanza del Libano, ma anch’io propendo decisamente per la scelta di profitto.

  4. Enrico ha detto:

    e di quello che succede appena al di là della frontiera che si dice. Qui le notizie sono catastrofiche con centinaia di morti e nessuno che ha interesse ad intervenire, solo qualche blando ammonimento.

    • maaleesh ha detto:

      egoisticamente si spera che bachar resti al suo posto… potrebbe rovinare alcuni delicati equilibri da questa parte. si dice che non intervengono piu’ di tanto proprio perche’ bachar riesce a tenere in mano certe situazioni e si complicherebbe ancora di piu’ tutta la questione mediorientale. ma obiettivamente sono dispiaciuti per la sorte dei civili. poi e’ un discorso complesso perche’ c’e’ anche chi non riesce a liberarsi dei ricordi legati all’occupazione siriana, ma non finiremmo piu’ di parlarne…
      chissa’, se i grandi della Terra si mettessero tutti a giocare a Lebania, forse risparmieremmo qualche vita, tanto a noi comuni mortali che lo facciano su un monitor di pc o su campo reale cambia poco mi sa…

  5. Le Ricette di Tina ha detto:

    Ciao carissima ti auguro una bellissima serata.Un bacione

  6. Lipstick ha detto:

    Un abbraccio Debora :)

  7. miracucina ha detto:

    Concordo con te che si tratti solo di marketing!
    Buona serata

  8. vitty ha detto:

    C’è talmente tanta violenza in giro!!! Basta un niente per scatenare reazioni assurde. Forse e sottolineo forse,questi giochi “cattivi” possono servire a scaricare le tensioni che uno si porta dentro. Finchè si scaricano sul pc…poco male.
    Il guaio è che non tutti si limitano ai giochi,qualche testa matta può prendere spunti per metterle davvero in pratica certe violenze.

    Speriamo bene.

    Un pensiero doloroso e sentito per i civili massacrati in Siria!

    Ciao carissima!

  9. Le Ricette di Tina ha detto:

    Buongiorno tesoro!!!!! inschallah andiamo al mare domani!!!!! tu?un bacione cara buona giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...