BEIRUTRASH… o italiantrash?

Sono perfettamente consapevole che, quando uno apre un blog, capitino persone di qualsiasi tipo a leggere. Sono anche perfettamente consapevole che dovrei ignorare e moderare certi commenti. Ed e’ quello che volevo fare in effetti, ma piu’ ci pensavo, piu’ mi dicevo che questo blog e’ il MIO spazio, un po’ come se fosse casa mia. Io invito gente a casa mia, sono contenta di averli con me, ma ci sono regole comportamentali che io giudico ovvie. E quindi replico.

Sono benvenuti tutti i commenti, anche quelli in contrasto con i miei pensieri e le mie considerazioni. Sono ben accette le opinioni diverse e anche le polemiche, purche’ si mantengano su livelli civili, perche’ aprono al dibattito, che arricchisce sempre.

NON tollero maleducazione, NON tollero commenti offensivi, NON tollero che vengano rivolti insulti a chi commenta il mio blog.

Questi sono i commenti in questione (che trovate nel post facciamo una passeggiata), li riporto qui cosi’ uno non deve manco sprecare il tempo a cercarseli sotto gli altri.

In risposta al commento di tatagioiosa:

Premetto che non voglio essere offensivo, ma vuoi mettere Roma con Beirut!!! A me sembra che ho voi del blog nel narghile’ ci avete messo qualche COSA di “strano” e lo fumate o non avete la minima idea di cosa sia questa citta e tutto il Libano.
1. Nessuno rispetta il codice stradale.
2. Devi ripetere almeno 6 volte cio’ che vuoi al Bar, in tre lingue diverse.Ti dicono di si e poi non lo fanno.
3 Fregano gli stranieri.
4 Ipercorruzione negli uffici pubblici.
5 187° paese al mondo lentezza di internet.
6 La prostituzione, sotto il nome di supernight club e ampliamente tollerata.
7 Lacune comportamentali, ( in una comitiva di 8 persone, fino all’ultimo minuto, non si decidono cosa fare la sera………..Aspettano che apra bocca lo Straniero e allora si fa’.)
8 Solo due societa’ telefoniche ipercoostose, che poi in realta e’ una solo, l’UMTS e’ una sogno.
9 IL famoso khoury home e Matta mobile, richiedi la consegna il sabato sera, normalmente come se niente fosse, te consegnano il martedi mattina, mentre tu lavori.
10 Tassisti pochi parlano lingue straniere, ubrachi, pericolosi alla guida, mezzi vecchi.
11 Nel 2011 ” NON C’E’ ANCORA L’ENERGIA ELETTRICA 24 AL GIORNO ASSURDO”.
12 Non ho mai letto di una scoperta scentifica o invezione o creazione fatta da un Libanese ( ho dato una occhiata su wikipedia).
13. DOVREBBERO FARE UNA LEGGE INTERNAZIONALE PER VIETARE ASSOLUTAMENTE DI GUIDARE MEZZI ALLE DONNE LIBANESI, SONO LORO IL VERO PERICOLO. QUANDO LA SMETTERE DI MANGIARE IL MANUSC, TELEFONARE E DARE ORDINI ALLE BADANTI, ALLO STESSO TEMPO, INVECE DI TENERE LE VOSTRE MANINE SUL VOLANTE. FATE FIGLI COME I CONIGLI!!!
14. RUMORE OVUNQUE IMMONDIZZIA OVUNQUE, MUZZA OVUNQUE, MANUTENZIONE STRADALE A SINGHIOZZI.
iN FINE RAGAZZE LIBANESI, MA LO VOLTE CAPIRE CHE NON TUTTI I GIOVANI POSSO SPENDERE 80.000 DOLLARI TRA RANGE ROVER, TELEFONI CARI, RISTORANTI DI LUSSO, PER AVERE FORSE DOPO UN MESE LA FIGA!!!! SVEGLIA IL MONDO VA’ AVANTI, IL VOSTRO PAESE VA’ INDIETRO.

In risposta al commento di selena:

pessimi………….. ma cosa stai dicendo!!!!!! Io ci sono stato almeno 5 volte in Spagna sono educatissimi, gentilissimi, rispettano il codice anche perche’ le varie polizie locali, gli danno addosoo.E’ vero che sono un po’ ubriaconi ma ci sono i controlli. MA in che parta della Spagna sei stata, a melilla forse nella zona ARABA.MA che cavolo di commenti fai! ma non ti vergogni?, ma te hai mai guidato qui in LIbano.Se non lo sai allora taci, ho girato il mondo posso dirti che questo e’ il paese ideale dove puoi guidare come ti pare, tanto la POLIZIA con qualche 1000 lire locali te la compri senza problemi. Quando in Italia mi fermano i Carabinieri, mi cago addosso.!!!!!

In risposta al commento di Tina:

E si si assomigliano…….. immondizzia ,puzza, disordine, parlate l’Arabo ambedue.Infatti mi domando i napoletani che ci fanno in Italia,andate a Beirut, tra megascarafaggi corruzione ed elettricita a singhiozzi, sarebbe il paradiso per voi.ANDATE ANDATE.

Detto questo,

se BEIRUTRASH si prendesse la briga di leggere il mio blog scoprirebbe che questo e’ un posto dove le cose vengono prese con un po’ di ironia e sempre con un sorriso. E’ un blog leggero, e tale voglio che rimanga (sempre perche’ e’ casa mia e quindi posso decidere come ci si comporta a casa mia).

Consiglierei poi a BEIRUTRASH di ripassare un po’ di grammatica (tanto per dirne una, immondizia si scrive con una sola Z). E anche un po’ di netiquette. In internet, lo sanno tutti, le maiuscole equivalgono a gridare. Non si grida a casa mia. Non ho mai sopportato le persone che parlano a voce troppo alta.

Mi piacerebbe sapere perche’ BEIRUTRASH e’ in Libano. Voglio dire, se viene per lavoro gli potrei suggerire di cercare sulla sua Wikipedia l’espressione “non si sputa nel piatto dove si mangia”. E gli direi che puo’ tornare tranquillamente da dove e’ venuto. Se invece viene per vacanza potrei pensare che non sia un uomo molto sensato.

E gia’ che ci si trova, potrebbe cercare pure le parole educazione e rispetto. Uno dei motivi per cui io non mi arrabbio piu’ di tanto con tutte le cose che succedono qui in Libano e’ perche’ non e’ il mio paese. Sono io che mi devo adattare a loro, non il contrario.

BEIRUTRASH avra’ pure girato il mondo, ma non mi sembra che si sia portato a casa qualcosa.

Vorrei anche dire a BEIRUTRASH che mi dispiace immensamente per lui. Pensate come deve vivere male una persona cosi’. Una persona che non vede niente di positivo intorno a lui, che non riesce a cogliere il meglio dalle sue esperienze, deve essere una persona piuttosto vuota dentro. Mi ha messo addosso una tristezza infinita.

Vorrei dire tante altre cose, ma ho idea che ho gia’ sprecato troppe parole, concludo con un estratto di un’intervista di Fabrizio de Andre’ dove parla di Sidone. Forse noi stranieri continueremo a sorprenderci per come vanno le cose qui in Libano, ma magari ci aiuta a comprendere e ad essere un pochino piu’ tolleranti… forse.

Sidone è la città libanese che ci ha regalato oltre all’uso delle lettere dell’alfabeto anche l’invenzione del vetro. Me la sono immaginata, dopo l’attacco subito dalle truppe del generale Sharon del 1982, come un uomo arabo di mezz’età, sporco, disperato, sicuramente povero, che tiene in braccio il proprio figlio macinato dai congoli di un carro armato. Un grumo di sangue, orecchie e denti di latte, ancora poco prima labbra grasse al sole, tumore dolce e benigno di sua madre, forse sua unica e insostenibile ricchezza.

La piccola morte a cui accenno nel finale di questo canto, non va semplicisticamente confusa con la morte di un bambino piccolo. Bensì va metaforicamente intesa come la fine civile e culturale di un piccolo paese: il Libano, la Fenicia, che nella sua discrezione è stata forse la più grande nutrice della civiltà mediterranea.

BEIRUTRASH, se usi toni piu’ civili e togli il caps lock puoi tornare quando vuoi, ahlan ahlan.

No, niente maalesh oggi, non ci riesco.

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in vivere in medio oriente e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

59 risposte a BEIRUTRASH… o italiantrash?

  1. MarinaV ha detto:

    Che tristess…

  2. b&k ha detto:

    …certo che per essere uno che “ha girato il mondo” ha proprio una mentalita’ retrograda e ignorante. Mi dispaice che certa gente non sappia come dire la propria in modo civile.
    Non farti scalfire da tipi del genere.

    • maaleesh ha detto:

      gia’, e’ proprio questo che mi ha fatto girare le scatole. il modo di esprimersi. posso essere anche d’accordo con alcune cose che dice, ma non e’ proprio quello il modo. anche se sui suoi 14 punti ne avrei almeno 10 da puntualizzare…

  3. vitty ha detto:

    Quando entriamo in rete,siamo sicuramente fra una miriade di persone. Come negli incontri della vita reale,ci sono persone più o meno educate,più o meno colte,più o meno simpatiche. Magari questa persona è abituata ad esprimersi così,non voleva essere offensiva con te.E’ stato un po’più colorito.

    Non prendertela più di tanto. Non ne vale la pena.

    • maaleesh ha detto:

      Tu hai ragione, e io sono sicura che non volesse offendermi. E’ che davvero non mi piacciono le persone che parlano in questo modo. Cosi’ come le evito nella vita reale, lo faccio anche qui. E comunque sempre con lo spazio per discutere, se torna con toni piu’ pacati.
      Ho scritto il post per evitare che altri lo facciano.
      Ci ho pure sprecato quell’intervista di De Andre’ che volevo tenere per spiegare alcune cose del Libano, pensa un po’!

  4. anto62 ha detto:

    beirutrash spero tu non sia italiano perche’ mi vergogno di te

  5. dona ha detto:

    Don’t feed the trolls!

  6. immigrato ha detto:

    Debora, hai sprecato troppe parole per una persona che vale zero,anzi sottozero.Uno che ha girato il mondo dovrebbe essere come un’enciclopedia vivente, con la mente aperta verso le altre culture.Io ritengo persone come lui che hanno la testa come un contenitore di fieno. Comunque do un consiglio a beirutrash di lasciare il Libano, perchè non è degno di vivere in un paese straniero.TI CONVIENE DI RITORNARE NEL PAESINO SPERDUTO DA DOVE TI HANNO CACCIATO.Maaleesh, Debora, Maaleesh………….

  7. Fullina ha detto:

    Dispiace tanto sentire certe cose… la forma e la delicatezza nell’esprimere le proprie opinioni è una regola importantissima! ‘notte Debora

    • maaleesh ha detto:

      e’ proprio questo che mi ha irritato. poteva dire tutto cio’ che ha detto, ma in forma gentile e soprattutto senza insultare tina, selena e tatagioiosa. persone che hanno sempre usato toni molto pacati, come tutti qui.

  8. Gogo ha detto:

    ciao, sono nuova qui :) arrivo da expatclic :) lascia perdere quei commenti, sono un po’ patetici.

    Per il resto, hai un bellissimo blog. :)

    Gogo (italiana in Uk)

    • maaleesh ha detto:

      grazie gogo. benvenuta expatclicchina! peccato che arrivi proprio oggi! di solito sono molto, ma molto meno irritata :D

      • Gogo ha detto:

        eheh effettivamente è stato il mio primo post e mi sono detta “oddio O.O ma succedono sempre ste cose?? ” XD però poi sono andata a leggere altri post… è decisamente un blog interessante, penso che ti seguirò :) ce l’ho anch’io, ma è meno bello, e soprattutto io vivo in un posto decisamente meno interessante del tuo…nel nord dell’Inghilterra. il massimo di cui posso parlare è la pioggia.

  9. vitty ha detto:

    Debora il riferimento a De Andrè è bello e delicato. Non l’hai affatto sprecato. Chiunque l’ha letto,l’ha sicuramente apprezzato.

    In quanto a quel commentatore,penso che Dona abbia perfettamente ragione: è un trolls !!! Sull’argomento scrissi due parole qualche post fa. Ti lascio l’indirizzo per capire meglio il tipo. E un abbraccione :)

    http://vitty.blog.tiscali.it/2010/09/23/attenti-ai-troll/

    • maaleesh ha detto:

      vitty, adesso mi vado a leggere il tuo post. e pensare che ero preparata per questo… evidentemente non era vero ;)
      avro’ alimentato il troll, pero’ c’e’ di buono che adesso sono molto, ma molto meno irritata! :D

  10. unarosaverde ha detto:

    Concordo con l’approccio di vitty. Su quasi ogni blog tra i tanti che leggo mi sembra che, prima o poi, sia stato inevitabile averci a che fare. Così come nella vita di tutti i giorni anche sul web ci sono persone che sanno come esprimere il proprio punto di vista con una comunicazione educata e altre no. Inoltre credo che molti facciano apposta, indipendentemente dal contenuto del post o del blog, a disturbare con questo genere di commenti. Dato che ogni blog ha un proprietario, credo sia una decisione del tutto soggettiva se moderare o no i commenti. Lo facciamo anche con le persone con cui veniamo a contatto “fisicamente”, di decidere fino a che punto sostenere il tono di uno scambio di opinioni. Io sono molto paziente ma poco democratica e per ora vado con una via di mezzo: modero solo i nuovi commentatori. Non avrò nessun tipo di ritegno, se necessario, a moderare tutto.
    Non te la prendere e premi l’icona del cestino senza farti tante remore se qualcuno esagera: questa è casa tua e credo sia giusto che sia tu a decidere chi deve entrare e chi no.

  11. Pinguino ha detto:

    ops mi sono persa il commento di questo “esperto di intercultura”, sarà che ho tempo solo di leggere i tuoi post ultimamente e neanche tutti, uffi :-(
    Soprassiedi e vai avanti, come hai ben detto una persona che non trova nulla di positivo nel paese in cui ha scelto di vivere deve cercare altri lidi..è vero che noi italiani siamo ipercritici ma alla critica c’è un limite a mio avviso, altrimenti che ci alziamo a fare la mattina?? solo per sputare addosso al prossimo?! Ora che mi ci fai pensare i politici italiani fanno questo! Non è che il tipo sia un politico/diplomatico in trasferta in Libano?! Se cosi’ fosse quale onore ; )

  12. Mary ha detto:

    Purtroppo mia cara, dietro a questo schermo non sappiamo mai con chi abbiamo a che fare. Di punto in bianco, improvvisamente, trovi sempre qualcuno che, forse per gioco, forse per cattiveria, forse… non si sa perchè, ti viene a trovare nel tuo salotto esprimendosi in maniera poco corretta, a volte offensiva. La critica è facile, a volte anche giusta, ma bisogna poi saper dialogare e confrontarsi in maniera civile. Spesso, con tali soggetti questo non accade.
    Forse è anche sbagliato parlarne troppo. Soprassediamo e teniamoci gli amici buoni!
    Ciao Debora.

    • maaleesh ha detto:

      Ci sono rimasta veramente male. Ripeto, non tanto per quello che dice, ma per come lo dice. Ora mi e’ passata e di sicuro non ci casco piu’. Quello di stasera e’ il suo ultimo commento.

  13. Vickyart ha detto:

    no comment… non posso lasciare commenti perchè ha offeso anche la mia città il che mi tocca ancora di più.. e per evitare di portarmi al suo stato è meglio lasciar perdere.. che trissess, se io non sono daccordo preferisco non commentare piuttosto che comportarmi da maleducato offendendo persone e luoghi che non CONOSCO….confermo le parole di Marina.. ciaooo

  14. Mandorla ha detto:

    Ma che tristezza.. che tristezza!

  15. Eireen ha detto:

    Ero così indecisa se commentare o no. Alla fine, lo sto facendo e concordo con quanto molti hanno già detto: la miglior punizione per questo tipo di gente è ignorarli del tutto. Io una volta, una sola, ho ricevuto un commento fuori luogo e maleducato e l’ho semplicemente cancellato. Ciao, continua così col blog! E.

    • maaleesh ha detto:

      Ciao Eireen. Non lo faro’ piu’. Promesso. Ammetto che mi e’ servito per sfogarmi un po’, ma la prossima volta cestino subito senza pensarci. Forse ho reagito cosi’ perche’ era la prima volta che mi capitava.

  16. Jimmy ha detto:

    Maaleesh Debbie Maaleesh , se abbiamo bisogno di tutti per fare un mondo , non abbiamo bisogno di Beirutrash e del suo trash…al cestino andrà !

  17. andreapac ha detto:

    Toc…Toc… posso maaleesh….
    Non conosco codesta terra per cui non avanzo critiche ne plausi, dico solo che da tutte le parti ci sono uomini giusti e stronzi, uomini che si danno da fare e vagabondi. Basta scegliere le persone giuste e condividere una socialità onesta. Forse perchè i miei avi erano Etruschi e forse discendenti dei Fenici che ho sempre nominato il nome di codesta terra con gioia. So che verrò anche costì perchè mi manca la bandierina di Beirut sul mappamondo che mi è nello mio studio-officina-laboratorio.Besos

    • maaleesh ha detto:

      E no, non si puo’ vivere senza il cedro sul mappamondo! :D
      Alcune cose sono vere, innegabile che internet sia lento, ma cosi’ lento che prepari il pranzo finche scarichi 2 minuti di video su youtube, ma ci sono modi e modi di dire le cose.

  18. Le Ricette di Tina ha detto:

    ho cancellato 2 volte il commento Debora..per rispetto nei tuoi confronti non lo rispondo nemmeno…hai fatto bene a pubblicarle..

    un bacione

  19. Enrico ha detto:

    Non prendetevela il mondo è pieno di gente così. Intanto cominciano sempre con la premessa o la conclusione “io che sono uno che ha girato il mondo” e questo li fa riconoscere subito. Io da me accetto tutti senza filtro. Chi parla in questo modo, si fa giudicare da solo. Lo elimino senza commenti per non fargli ulteriore pubblicità solo se insulta gli altri frequentatori. D’altra parte a casa propria ognuno fa le sue regole. Un abbraccio.

  20. Matia ha detto:

    Per usare un’espressione araba, il commento di uno come Beirutrash “conta come gli zeri a sinistra”…. cioè vale ben poco, come tutti quei commenti/interventi delle persone maleducate (che, ahimè, prolificano) che non hanno la capacità e sensibilità di vedere a 360° le differenze tra culture. Anche se non puoi aspettarti di far “rinsavire” Beirutrash, penso tu abbia fatto bene a sfogarti… in fondo credo che la natura sincera di un blog emerga anche dichiarando le cose e gli atteggiamenti che non si sopportano. Concludo dicendo che “capisco” molto bene le tue osservazioni e alle volte, leggendo, sorrido con approvazione: convivo da 10 anni con un giordano-palestinese e conosco ragazzi libanesi…(uhm, mi sa che devo stare attenta che se spunta Beirutrash critica le mie “malsane frequentazioni”… ;-) Ciao a tutti… Matia (da Ravenna)

    • maaleesh ha detto:

      :D bellissima questa espressione! Non me la ricordavo.
      E pensare che le diversita’ arricchiscono! E non c’e’ problema, Beirutrash non puo’ piu’ lasciare commenti! ;)

  21. niki ha detto:

    Tranquilla, io in Nepal sono stata minacciata da un italiano legato ai maoisti e ho dovuto, per motivi di sicurezza, cancellare dei post dove dicevo solo e semplicemente cosa ci stava succedendo.
    E’ normale sentirsi male per queste cose. Apposta io anche adesso, mantengo la moderazione. Non mi fido più!
    Abbraccione
    Niki
    p.s. Scusa se non rispondo più ai post sul mio blog ma sono sommersa dalle scatole!!!!!!!

    • maaleesh ha detto:

      Niki, il mio e’ niente in confronto al tuo molestatore, pero’ si, mi ha infastidito davvero.

      P.S. comprensibile, nessun motivo di spiegare. Un trasloco intercontinentale (io mi sono stancata solo a scriverlo, oltre ad aver sbagliato la parola un paio di volte… pensa a farlo!) non e’ cosa semplice!

  22. Tamerice ha detto:

    Brava Deb, cassa, cassa che chi insulta non merita considerazione.
    Commento invece per dirti quanto la citazione di De Andrè mi ha colpita, forse proprio perche queste immagini ne ho viste troppe sui video raccolti dagli insorti, già la prima era troppo… Spero che sia finita e spero non ci siano ritorsioni di questo tipo sui perdenti…

    • maaleesh ha detto:

      Te lo ripeto anche qui, me lo auguro per tutta la popolazione libica. Ma temo, sono sincera.
      Si, e’ bella quella citazione. Bella tutta la canzone effettivamente. Una stupenda canzone di pace che vale per tutti.

  23. Lipstick ha detto:

    Quanta gente strana c’è al mondo! E in questo caso non mi riferisco ai Libanesi :D

  24. roberta ha detto:

    ehii ciaoo.. finalmente anche io sono a Beirut, e dopo tanto tempo ritorno sul tuo blog per salutarti.. mi spiace dei commenti che hai ricevuto.. ma purtroppo lo sappiamo bene, la madre degli ignoranti è sempre incinta..e se questa persona ha avuto il tempo a scriver tutto ciò.. bè poverino ma non ha proprio nulla da fare, aimè..
    Comunque chissà.. magari un giorno ci si può incontrare.. con Affetto.

    Roberta

    • maaleesh ha detto:

      Scusa per il pauroso ritardo con cui rispondo, ma ho avuto qualche settimana davvero “impicciata”
      Benvenuta!!! Ci si incontra presto!
      Pazienza per il tipo, ci sono rimasta molto male, ma e’ meglio soprassedere…

  25. corrado ha detto:

    Salve a tutti sono nuovo, bel blog. Sono arrivato qui per caso, in verita’ cercavo su google in inglese ” rifuti” e reciclo rifiuti e ho trovato sto’ Beiruttrash!!! che dire? un po’ colorito, ecco solo questo.Inoltre ho visitato nel 2010 Beirut, quindi visto che si parlava del Libano, mi sono messo a leggere.In realta, il commento anche se con toni forti e solo a tratti, pesanti, non si discosta molto da quello che anche io ho visto in Libano. Molto bello il centro e la cornice, si mangia bene nei ristoranti, molta cucina internazionale e quella Libanese non e’ male.Per il resto….. lasciamo stare.Sto’ Beiruttrash forse e’ stanco di stare in Beirut, vai via’ o forse sei obbligato a stare li ? Leggendo con attenzione i suoi commenti, non c’e’ rabbia anzi! a tratti ironico, ” premetto che non voglio offendere nessuno”, il mio modesto parere, quella espressione, e’ l’equivalente di una persona che alza la mano per essere ascoltato, anche se dice delle cose fuori dal coro. Forse sto’ Beirutrash, non dice stupidaggini, anzi……Delle cose che commenta, le ho visto anche io, quindi se siamo in due, non puo’ essere frutto della follia. Posso dirti pero’ che Beirutrash, e’ stato utile a questa pagina, almeno lo ha riempito, anche se, solo di commenti.
    Agli Italiani che hanno replicato a Beirtrash, credo che siano, in parte, legati sentimentalemnte al libano, quindi i loro giudizi sono pesantemente condizionati. Un consiglio date una occhiata allOMAN, c’e’ una differenza,in positivo ovviamente.

    • maaleesh ha detto:

      Ciao Corrado.
      Io infatti ho puntato il dito sul come ha detto le cose, non su quello che ha detto.
      Io ci vivo qui, e queste cose le vedo tutti i giorni. Se hai letto anche gli altri post, ti sarai accorto che non faccio solo lodi sperticate al paese… tutt’altro :D
      E il tuo commento non lo modero perche’ e’ educato. ;)
      Da italiana che vive in Libano, ti dico che, si, sono legata sentimentalmente a questo paese (ho sposato un libanese) ma e’ comunque un posto dove la gente sa farsi voler bene e vuole bene.
      Grazie per il tuo commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...