tra Siriaci e Caldei

Io ho sempre pensato che questi Siriaci e Caldei fossero popolazioni dell’antica Mesopotamia, di cui si parla nella Bibbia e nei libri di scuola… pensa un po’!

Vero, certo, ma sono anche due religioni. Sono ignorante, lo ammetto, ma non avrei mai pensato di informarmi, non sapevo nemmeno che esistessero! E lo so, chi si scusa si accusa…

Comunque, in Libano ci sono 18 religioni riconosciute dallo Stato. 18? E quali sono? Ed e’ qui che mi sono informata e ho scoperto ‘sti Caldei. Ne ho scoperte anche altre, veramente, ma queste mi hanno colpito particolarmente, sara’ per i ricordi legati alla scuola? Forse. Ma che bello, tutte queste religioni, tante filosofie di vita, pensa a quanto scambio di pensieri e opinioni ci deve essere tra la gente. Insomma… forse ce n’era di piu’ 40-50 anni fa che adesso. E penso a Jhon Lennon e alla sua Imagine… imagine there’s no country, and no religion too… ma non e’ di questo che voglio parlare. Respiriamo guerra tutti i giorni. Non voglio farlo qui. Anche se poi tutti sappiamo che la religione e’ una scusa, no?

Pero’ capita che ti imbatti, per strada, in cartelloni pubblicitari come questo:

e pensi che devono proprio essere strani sti libanesi per andarsi a sposare a Cipro. Ma poi, quando chiedi perche’, ti dicono che in Libano il matrimonio civile non esiste. E’ riconosciuto se lo fai fuori dal Paese, ma non e’ contemplato dalla legge libanese.

O perbacco. Adesso lo capisci il cartellone pubblicitario.

Non potersi sposare civilmente significa che ti puoi sposare solo religiosamente. Sposarsi solo religiosamente significa che uno dei due deve cambiare religione. Perche’ ogni religione ha le sue regole, trasformate in leggi qui. L’esempio piu’ banale? L’Islam prevede il divorzio, il cattolicesimo no. E come la mettiamo se dovesse succedere qualcosa? O per le questioni di eredita’, son diverse da religione a religione, altro problema, quindi.

Ma come? Io vengo dall’Italia, dove siamo quasi tutti cattolici, e mi sono potuta sposare in Chiesa e poi in Moschea senza nessun bisogno di conversioni ne’ da una parte ne’ dall’altra, e qui, dove ce ne sono 18 (no dico, 18!) di religioni, e dove la probabilita’ di innamorarsi di qualcuno non appartenente alla tua sono molto alte,  non si puo’ fare? No, non si puo’. Uno dei due deve cambiare e deve quasi sicuramente litigare con la famiglia per farlo. In questi anni ho conosciuto diverse coppie miste e raramente mi e’ stato raccontato diversamente.

E mettiamolo sto matrimonio civile, via. E’ cosi’ difficile trovare la persona giusta con cui condividere la vita, non la facciamo ancora piu’ complicata!

questa e’ la pagina del movimento per il diritto al matrimonio civile.

E continui a pensare che sono strani ‘sti libanesi. Anche se hai capito il senso del cartellone.

Maalesh, con 1900 dollari tutto compreso, ti sposi a Cipro e ti forniscono pure i testimoni!

P.S. Ma quello che veramente mi turba e’ che poi e’ una violazione del diritto ad essere atei oltre a quello di seguire la propria religione, no?

Questa voce è stata pubblicata in vivere in medio oriente e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

19 risposte a tra Siriaci e Caldei

  1. elga ha detto:

    Interessante! Anche se mi è scappato un “gulp!” come nei fumetti… come la mettiamo pero’ con le famiglie rispettive dopo il ritorno da Cipro? E i figli nati da un’unione civile? Come dici tu, la vita è già abbastanza complicata, non c’è bisogno di … ehm… mettersi in croce….

    • maaleesh ha detto:

      vedi, le discussioni si fanno prima. o almeno si dovrebbero fare prima. compresa quella sull’educazione religiosa dei figli. una volta arrivati a cipro, si e’ raggiunto un accordo, altrimenti non avrebbe senso.
      e le famiglie… stesso discorso. se accettano il matrimonio civile e’ perche’ hanno accettato il fatto del matrimonio inter-religioso.
      poi per chi ha i genitori che proprio non ne vogliono sapere… c’e’ la fuitina… ma quella e’ un’altra storia!!🙂

  2. niki ha detto:

    Vedi, i libanesi sono mediterranei e come tutti noi mediterranei sono abituati ad arrangiarsi. C’è una legge scema? E loro trovano la scappatoia cipriota! Maaleesh!
    Mi sa che sono filolibanese 😉

  3. niki ha detto:

    E se non lo sai tu!!!!!!!!!!!

  4. enrico ha detto:

    Certo che è una bella complicazione, le possibilità combinatorie sono 18! (18 fattoriale) che non sono poche. Comunque è molto interessante il tuo blog, se non ti spiace ti inserisco nel mio blogroll.

  5. Arianna ha detto:

    Anch’io non la capisco questa cosa dei matrimoni “obbligatoriamente” religiosi. Soprattutto in un Paese così pluriconfessionale e così piccolo. Fuori del Libano sono tutti libanesi, quando tornano a casa diventano drusi, maroniti, sunniti, sciiti e via dicendo. E che fatica fanno a sposarsi se non sono della stessa religione!

    • maaleesh ha detto:

      e’ proprio per questo che mi mraviglio che non sia previsto il rito civile. per il fatto che sia pluriconfessionale. e cosi’ ben mescolati tra loro, voglio dire, vanno a scuola insieme, giocano insieme, crescono insieme…

  6. vitty ha detto:

    Il mondo è davvero affascinante,non si finisce mai di imparare e stupirci!

    Certo 18 religioni sono verametne tante.E riuscire ad andare d’accordo è un vero record. Oh maaleesh,i libanesi sono davvero straordinari. Pensa a come si accapiglierebbero qua in Italia i vari capi religiosi.😦

    • maaleesh ha detto:

      vitty, credo che la ricchezza di un “mosaico” (per richiamare la foto dell’articolo) come quella libanese sia davvero eccezionale. e i capi… quelli sono capi ovunque… purtroppo.
      maalesh, in generale la gente e’ davvero strordinaria!

  7. daniela ha detto:

    …bisogna considerare che tutti i cristiani si sposano tra di loro anche se sono di differente raligione (latina, maronita, ortodossa, greco ortodossa etc…) il vero problema e’ il matrimonio tra cristiano e musulmano e tra musulmano sciita e m.sunnita. tra drusi e il resto del mondo etc… ma la vera unica ragione e’ che con il matrimonio a cipro si puo’ DIVORZIARE!!!!
    mi nasce anche il sospetto che sia per evitare di sposarsi secondo l’usanza libanese con 300-400 invitati 3 gg di festa etc… vuoi vedere che noi la vediamo come una cosa filosofica ed invece e’ sempre il vil denaro che comanda le scelte e i bisogni?

    • maaleesh ha detto:

      non credo Daniela, perche’, almeno le coppie che ho conosciuto io, hanno poi fatto la mega-festa una volta tornati. figurati se si lasciano sfuggire un’occasione per festeggiare i libanesi!!
      e purtroppo ci sono problemi a far sposare persino un maronita con una cattolica… anche qui coppia conosciuta (anche da te, aggiungerei!!) personalmente.

  8. simona cavalleri ha detto:

    ciao tesoro nn sapevo che anche tu scrivessi sul libano , mi son divertita a leggere ….sei stuppenda ,e divertente e vero… continua cosi amica mia…un bacio hoooo ma quando torni in questa nazione complicata ….. ma che amo..

  9. gianluca ha detto:

    ciao sono un ragazzo italiano che vorrebbe sposare una ragazza libanese sciita ma come dite e’ molto difficile, volevamo capire meglio …questo matrimonio a cipro .. come funziona e se e’ realmente riconosciuto in libano e in italia… grazie siamo rimasti colpiti da questo blog😉

    • maaleesh ha detto:

      ciao gianluca. se hai bisogno di informazioni piu’ serie mi informo meglio. ora sono in italia, ma appena rientro in libano chiedo ai miei amici che si sono sposati a cipro. comunque posso gia’ dirti che e’ effettivamente riconosciuto in tutti e due i paesi. tramite l’agenzia di cui ho parlato poi e’ semplice perche’ si occupano loro di tutti i documenti. ma perche’ non ti sposi in talia? io sono sposata civilmente in italia e poi abbiamo registrato il matrimonio tramite l’ambasciata libanese a roma. se vuoi mi procuro il numero dell’agenzia cosi’ loro vi possono fornire tutti i dettagli.

      • gianluca ha detto:

        ti ringrazio per il tuo interessamento, se puoi informarti con i tuoi amici mi faresti una grossa cortesia, tu ti sei sposata civilmente in italia e il matrimonio e’ riconusiuto anche x lo stato libanese? tuo marito e’ mussulmano? perche la mia ragazza e’ mussulmana e dice che il matrimonio civile non e’ riconosciuto dallo stato libanese.
        grazie ancora buona giornata,
        gianluca

        • maaleesh ha detto:

          il matrimonio civile non e’ possibile celebrarlo in libano, ma se sei sposato civilmente fuori dal paese e’ riconosciuto anche dallo stato libanese.
          mio marito e’ musulmano e siamo sposati civilmente in italia. quindi lo dico per certo.
          lo so che sembra assurdo. tanto vale permetterlo in libano, no? ma i libanesi sono strani, dovresti saperlo anche tu!!😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...