facciamo una passeggiata?

Sembra facile… e’ una bella giornata primaverile, c’e’ un bel sole, una passeggiata e’ proprio quello che ci vuole. Ma ecco che succede.

Gia’ per uscire dal mio palazzo devo fare la gimcana, anzi lo slalom (senno’ mio nipote che ha 22 anni meno di me non mi capisce!) tra auto parcheggiate a mo’ di tetris nel vialetto di accesso! E considerato che ho anche piccoletta e il passeggino su cui non vuole stare seduta, diventa veramente arduo qualche volta! Ma va bene, superato il primo scoglio si va… sulla strada, perche’ non c’e’ marciapiede. E si va con un continuo strombettare di clacson delle auto che vorrebbero passare, e che mi fa chiedere al guidatore se per caso devo imparare a volare o devo tornare indietro e mettermi nello spazio tra due auto (se lo trovo, perche’ qui son bravi a giocare a tetris con le macchine!). Ma io non ci penso proprio a tornare indietro, e di volare non se ne parla, quindi suona quanto vuoi tu, tanto ormai ci sono abituata, anzi, rallento pure guarda. Devo attraversare la strada, c’e’ un semaforo, bene. Si, come no. Di solito e’ spento e comunque se anche fosse acceso non gliene importerebbe un bel niente a nessuno, vigile compreso. Perche’ qui ad ogni semaforo c’e’ almeno un vigile compreso, ma piu’ spesso tre… cose libanesi, meglio non interrogarsi. Memorabile un’amico che mi racconta meravigliato che e’ stato in Italia e “quando il semaforo per i pedoni diventava verde la gente passava tutta insieme e le macchine si fermavano!!” Ma va la’? Sai, e’ cosi’ che funziona un po’ in tutto il mondo… Per fortuna che c’e’ sempre qualcuno che fa inversione a U e cosi’ mi da modo di passare. E se lo scemo di turno che blocca tutto non c’e’, il vigile ferma le macchine per me, perche’ probabilmente mi vede completamente persa e disperata sullo spartitraffico da almeno 10 minuti e pensa che non riusciro’ mai a trovare il coraggio per finire la traversata.

Si riparte, su e giu’ tra il marciapiede e la strada, perche’ adesso c’e’ il marciapiede, e’ alto 40 centimetri e lo scivolo (che per un senso dell’urbanistica puramente libanese, e quindi approssimativo, si trova da un lato solo) e’ naturalmente ostruito. Dicevo, il marciapiede c’e’, ma di volta in volta diventa parcheggio, luogo di ritrovo per i parcheggiatori e le loro seggioline per la pausa caffe’ (e come abbiamo visto i parcheggiatori non mancano da nessuna parte), deposito-merce per i locali, punto di appoggio per i generatori di corrente, stazione per gli scooter di chi fa le consegne e se per caso non c’e’ niente di tutto questo, ci pensa il comune a ostruire il passaggio con alberi piantati nel bel mezzo dei 60 cm di marciapiede disponibile. E se non sono alberi sono colonnine dell’acqua o della luce.

Tutto questo lo incontro nel breve tragitto di 700 metri! E poi mi chiedono perche’ sono dimagrita…

Maalesh, io vado lo stesso a fare la passeggiata! Venite con me anche voi?

Questa voce è stata pubblicata in vivere in medio oriente e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

39 risposte a facciamo una passeggiata?

  1. selena ha detto:

    beh, non vedo differenze con il posto dove vivo, e questo é grave! prima di tutto, marciapiedi troppo stretti, il passeggino non ci sta!
    secondo, parcheggiano sui marciapiedi, che giá son stretti…
    la gente poi neanche scende dal marciapiede se ti vede con passeggino..
    han fretta anche q

  2. selena ha detto:

    (seconda parte, che il commento é partito solo!)
    che han fretta, non si fermano, suonano…mah, e i semafori…un optional😉

    • maaleesh ha detto:

      hahaha, quante similitudini tra questi due popoli. dimmi che vanno pure contromano ai sensi unici e arrivo alla conclusione che sono discendenti della stessa etnia!!

      • selena ha detto:

        beh, che dirti…mi sa che arrivano dallo stesso posto!
        o un’altra teoria, visto che i romani colonizzarono la penisola iberica, non é che magari son arrivati anche in libano??? ecco allora spiegato il mistero, e se fosse vero…che vergogna!😉
        comunque gli spagnoli son guidatori pessimi…ma non voglio parlar male di loro, solo dico che ogni volta che guido mi girano assai, ed ora che il pupo é con me in macchina e presto inizierá a parlare con parole capibili da tutti, mi sa che é meglio se mi calmo, o se dico ció che penso in un’altra lingua!

        • maaleesh ha detto:

          sisi, i romani arrivarono pure da queste parti, ne abbiamo a testimonianza il piu’ alto in assoluto tra i templi rimasti!
          e si, fai molta attenzione alle parole che mia figlia mi ripete tutto… e le riesce meglio pronunciare le parolacce che le altre parole… chissa’ perche’!

        • BEIRUTRASH ha detto:

          pessimi………….. ma cosa stai dicendo!!!!!! Io ci sono stato almeno 5 volte in Spagna sono educatissimi, gentilissimi, rispettano il codice anche perche’ le varie polizie locali, gli danno addosoo.E’ vero che sono un po’ ubriaconi ma ci sono i controlli. MA in che parta della Spagna sei stata, a melilla forse nella zona ARABA.MA che cavolo di commenti fai! ma non ti vergogni?, ma te hai mai guidato qui in LIbano.Se non lo sai allora taci, ho girato il mondo posso dirti che questo e’ il paese ideale dove puoi guidare come ti pare, tanto la POLIZIA con qualche 1000 lire locali te la compri senza problemi. Quando in Italia mi fermano i Carabinieri, mi cago addosso.!!!!!

  3. vitty ha detto:

    Oh come verrei volentieri!!!Maalesh, sarebbe effettivamente un percorso ad ostacoli,ma il piacere della tua compagnia farebbe diventare quella passeggiata, davvero speciale!

    Buona Pasqua carissima,a te a a tutta la tua bella Famiglia.

  4. niki ha detto:

    Non vanno in contromano nei sensi unici. In compenso se tu, gentilmente fermi la macchina per far passare un pedone che NON è sulle strisce pedonali e quello ti guarda cupo e non ringrazia, di sicuro è uno spagnolo. Se invece ti ringrazia e magari sorride pure è di sicuro uno straniero… paese che vai…

    In India invece, quando devi attraversare una strada (e il pedone sei tu) devi stare molto, molto attenta, perché l’indiano medio tenta di investire i pedoni. Perché? Non so. L’ India è un paese misterioso.

  5. the siren ha detto:

    Hehehe!! Sti libanesi!
    I vigili ci sono perchè devono cercare di far rispettare i semafori agli automobilisti😀, impresa mooolto difficile. Io per prima, che ormai mi sono libanesizzata, ho cominciato a passare col rosso (buhhhh!!!). Lo so, faccio schifo, ma è più forte di me… l’ho detto che la mia italianità sta andando a farsi friggere! Se non vedo nessuno, non riesco a star ferma lì!!

    • the siren ha detto:

      Annuncio ufficiale: mi sono iscritta al forum di expatclick!! Prestissimo mi presenterò ufficialmente! Intanto approfitto della mia amica Maaleeesh, che mi ha invitata, per salutare tutte le altre espatriate che la leggono sempre!🙂

    • maaleesh ha detto:

      hahaha, passi con il rosso anche perche’ ti suonano se rimani ferma! io mi prendo un sacco di insulti se aspetto il verde. e insulto un sacco se non mi fanno passare se tocca a me!😀

  6. lericetteditina ha detto:

    Buongiorno sono sempre più convinta che la tua città è uguale alla mia Napoli..se può essere possibile quì è peggio cara credimi!!ma pensa ad un invalido sulla sedia a rotelle che si trova davanti tutti questi ostacoli come deve fare?Questa è una delle cose che mi dà troppo i nervi !!non roviniamoci la giornata và.
    Ciao carissima buona giornata

    • maaleesh ha detto:

      lascia stare, va. io la butto sul ridere, ma qui davvero chi sta su una sedia a rotelle fa vita dura. infatti non se ne vedono mica in giro.
      buona pasqua tina!

    • BEIRUTRASH ha detto:

      E si si assomigliano…….. immondizzia ,puzza, disordine, parlate l’Arabo ambedue.Infatti mi domando i napoletani che ci fanno in Italia,andate a Beirut, tra megascarafaggi corruzione ed elettricita a singhiozzi, sarebbe il paradiso per voi.ANDATE ANDATE.

      • immigrato ha detto:

        tanto abbiamo capito che persona sei, gente come te non devono lasciare il paesino da dove vengono ed andare in un paese che “puzza”, ma i soldi fatti in Libano non ti puzzano,vero? Ricordati che non si sputa mai nel piatto dal quale stai mangiando. Da un libanese spero che lascerai il Libano al più presto possibili.

  7. enrico ha detto:

    Intanto credo che tu sia in buona compagnia con molte altre città del mondo e poi sembra da uno studio accurato fatto in germania (dove una volta che avevo lasciato la macchina con una ruota sul marciapiede in un paesino deserto, da una finestra hanno chiamato la polizia ed ho trovato la muota) che in una città dove hanno abolito semafori e altri segnali stradali di precedenza, siano diminuiti gli incidenti. Chissà da voi sono più avanti!

    • maaleesh ha detto:

      l’avevo sentita questa cosa. ma funziona davvero allora? perche’ qui non funziona!! incidenti ce ne sono tanti e vittime tantissime. ogni anno un migliaio. embe’? dirai. in italia 5000. si, ma in italia siamo 60 milioni, qui sono appena 4 milioni…

  8. alice in the dubland ha detto:

    io ho vissuto a roma per diversi anni e pur non avendo figli ma un amico disabile conosco molto bene il problema dei marciapiedi ostruiti
    qui a dublino ostruire un marciapiede e’ IM_PEN_SA_BI_LE!!! piu’ che la paura di vedersi la macchina prelevata e multata nel giro di due minuti, e’ lo sguardo accusatorio di coloro che ti stanno intorno che mai e poi mai ti farebbe fare una cosa del genere!
    ebbene si, qui in irlanda il senso della vergogna e’ ancora vivo…

  9. jimmy ha detto:

    Welcome to Lebanon🙂
    Il bello paese dove ogni persona piace fare tutto quello che ha nella testa , senza rendere conto a nessuno.

    Maaleeeesh

    *Libanese Pigro*

  10. Ali ha detto:

    mandiamo le iene,Debora?

  11. tatagioiosa ha detto:

    Ti ho già detto che il tuo blog mi piace moltissimo? Lo trovo esilarante, oltre che interessante. I marciapiedi sembrano quelli della zona Balduina di Roma, dove ho abitato per qualche anno. Ti inserisco nel mio blogroll, se non hai nulla in contrario🙂. Ciao!

    • maaleesh ha detto:

      grazie tatagioiosa! anche a me a volte fa pensare a roma, pero’ io vengo da un piccolo e ordinato paesino dell’entroterra marchigiano… fa molta differenza!!!
      onorata di far parte del tuo blogroll!!

    • BEIRUTRASH ha detto:

      Premetto che non voglio essere offensivo, ma vuoi mettere Roma con Beirut!!! A me sembra che ho voi del blog nel narghile’ ci avete messo qualche COSA di “strano” e lo fumate o non avete la minima idea di cosa sia questa citta e tutto il Libano.
      1. Nessuno rispetta il codice stradale.
      2. Devi ripetere almeno 6 volte cio’ che vuoi al Bar, in tre lingue diverse.Ti dicono di si e poi non lo fanno.
      3 Fregano gli stranieri.
      4 Ipercorruzione negli uffici pubblici.
      5 187° paese al mondo lentezza di internet.
      6 La prostituzione, sotto il nome di supernight club e ampliamente tollerata.
      7 Lacune comportamentali, ( in una comitiva di 8 persone, fino all’ultimo minuto, non si decidono cosa fare la sera………..Aspettano che apra bocca lo Straniero e allora si fa’.)
      8 Solo due societa’ telefoniche ipercoostose, che poi in realta e’ una solo, l’UMTS e’ una sogno.
      9 IL famoso khoury home e Matta mobile, richiedi la consegna il sabato sera, normalmente come se niente fosse, te consegnano il martedi mattina, mentre tu lavori.
      10 Tassisti pochi parlano lingue straniere, ubrachi, pericolosi alla guida, mezzi vecchi.
      11 Nel 2011 ” NON C’E’ ANCORA L’ENERGIA ELETTRICA 24 AL GIORNO ASSURDO”.
      12 Non ho mai letto di una scoperta scentifica o invezione o creazione fatta da un Libanese ( ho dato una occhiata su wikipedia).
      13. DOVREBBERO FARE UNA LEGGE INTERNAZIONALE PER VIETARE ASSOLUTAMENTE DI GUIDARE MEZZI ALLE DONNE LIBANESI, SONO LORO IL VERO PERICOLO. QUANDO LA SMETTERE DI MANGIARE IL MANUSC, TELEFONARE E DARE ORDINI ALLE BADANTI, ALLO STESSO TEMPO, INVECE DI TENERE LE VOSTRE MANINE SUL VOLANTE. FATE FIGLI COME I CONIGLI!!!
      14. RUMORE OVUNQUE IMMONDIZZIA OVUNQUE, MUZZA OVUNQUE, MANUTENZIONE STRADALE A SINGHIOZZI.
      iN FINE RAGAZZE LIBANESI, MA LO VOLTE CAPIRE CHE NON TUTTI I GIOVANI POSSO SPENDERE 80.000 DOLLARI TRA RANGE ROVER, TELEFONI CARI, RISTORANTI DI LUSSO, PER AVERE FORSE DOPO UN MESE LA FIGA!!!! SVEGLIA IL MONDO VA’ AVANTI, IL VOSTRO PAESE VA’ INDIETRO.

      • maaleesh ha detto:

        chi vuole replicare puo’ farlo qui

        • clo ha detto:

          Beirutrash….il tempo che hai messo x legere,commenttare e scrivere prove che dai dell’importanza a questo piccolo ma grandissimo paese che è il Libano,il mio paese..!!!un paese che NESSUNO e dico nessun ha il dritto di dire qualsiace cose,se nn ti piace allora trovati altro da fare!!!cosa c’è l’hai con il Libano,sei geloso forse🙂 nn vedo altro motivo che ti ha spinto a scrivere queste cose……
          sono curiosa di sapere,forse nn l’ho notato,ma di che origine sei??????????????

        • daniela ha detto:

          premetto non voglio essere offensivo? ma come ti permetti dico io!!! I Libanesi truffano i turisti? ma quando mai!! io queste cose le ho viste a Roma, Venezia, Parigi ma non qui, al limite non ti fanno lo sconto o arrotondano un po’ le cifre ma basta dire una, dico una, parola in libanese e subito ti sorridono e ti diventano amici.
          Non voglio commentare gli altri punti dei tuoi discorsi che da soli lasciano trasparire il tuo razzismo anzi il tuo senso di superiorita’.
          Mi domando solo una cosa, sei cosi’ incavolato perche’ hai offerto un mannusci a qualche ragazza locale e non te l’ha data, la tipa non e’ caduta ai tuoi piedi di straniero per giunta italiano?
          p.s.
          ma tu che ci fai in Libano? spero tu non sia di qualche ong, ovvero imbucato a guadagnare un sacco di soldi con il minimo sforzo mentre in Italia faresti la fame…ma di sicuro noo tu non devi nulla al Libano vero?altrimenti con che coraggio potresti parlare cosi’!!!!

          • maaleesh ha detto:

            questa del fatto che fosse cosi’ furioso per il fatto che qualcuna non gliel’ha data l’avevo pensata anch’io visto la foga con cui l’ha detto! se un giorno mi va, mi prendo lo sfizio di spiegare i suoi punti cosi’ ordinatamente numerati uno per uno. la differenza stara’ nel fatto che io lo faro’ con un occhio aperto al diverso e con la voglia di capire. rimarro’ sempre esterrefatta per il modo di guidare, ma sapro’ perche’ lo fanno!

      • immigrato ha detto:

        Dicci da quale pianeta vieni e così possiamo risponderti a tono!!!!!!

  12. donatella ha detto:

    Nella mia città se parcheggi sul marciapiede ti portano via l’auto con il carro attrezzi e mi sembra anche giusto, un pò di regole ci vogliono.La cosa più frequente sono i motorini che passano con il rosso e io dico sempre: farò la fine del topo ahah

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...